favicon intessere ARTE DEL MOSAICO ARTISTICO Via Flaminia Tracce in Tessere

mosaicista al lavoro sulla copia del mosaico via flaminia

Premessa

Il progetto nasce con l’obiettivo di valorizzare gli antichi mestieri e diffondere la cultura artigianale artistica affinché si possa comprenderne il suo valore sociale ed economico.

Attraverso questo progetto si vuole ampliare la conoscenza dell’arte musiva partendo dall’esperienza del lavoro in una bottega artigianale di mosaico. Durante i laboratori saranno svelate le tecniche, gli strumenti e i materiali di quest’arte millenaria e attraverso le uscite didattiche si conosceranno alcuni esempi di mosaico presenti nel nostro territorio. La costruzione di una copia del mosaico romano rinvenuto lungo la Via Flaminia a Narni sarà l’occasione per un primo approccio pratico al mosaico che permetterà ai beneficiari SPRAR di sperimentare questo antico mestiere. Lo svolgersi dei laboratori all’interno della bottega artigianale darà loro modo di conoscere anche gli aspetti di questo mestiere nella contemporaneità .

La realizzazione della copia del mosaico è inserita in un più ampio progetto che prevede anche la produzione di pannelli illustrativi e il futuro allestimento nel centro storico di Narni con la collaborazione del Comune di Narni e del Dipartimento di Scienze Storiche e dei Beni Culturali dell’Università degli Studi di Siena.

Filosofia del progetto

l’Associazione In tessere con l’intento di costruire una rete di soggetti con cui collaborare per la diffusione della cultura del mosaico e dell’artigianato artistico, mette a disposizione la propria sede e i propri docenti per far immergere gli allievi, in questo caso i beneficiari SPRAR, nell’atmosfera di un vero laboratorio artigianale con il fine di stimolare l’interesse per quest’ambito del patrimonio culturale artistico italiano, come un bene di valore sociale ed economico del territorio.

La bottega artigiana sarà luogo di integrazione sociale e crescita professionale attraverso la condivisione dei saperi didattici ed operativi.

I beneficiari SPRAR potranno prender parte a un progetto promosso dall’Associazione denominato “Via Flaminia Tracce in Tessere” attraverso il quale si vuole creare una copia del mosaico, ad oggi non più visibile, rinvenuto durante una campagna di scavi archeologici effettuata nel 1994 lungo la Via Flaminia (mosaico dell’edificio termale in località Case Salietto)

La copia, realizzata in scala 1:1 integralmente o una porzione di essa (di dimensioni 3.20×3.50 cm circa), verrà collocata insieme a dei pannelli illustrativi all’interno del centro

Le Terme di Narnia

Lungo il diverticolo della via flaminia che collegava Narnia( Narni) a interamna nahrs ( Terni) è situato un antico edificio termale,decorato con un bellissimo mosaico pavimentale d’epoca.

Lo scavo archeologico del monumento condotto dalla Soprintendenza Archeologica dell’Umbria, si è svolto nel 1994 ma ciò che è stato rinvenuto ad oggi non risulta visibile, l’intera zona resta sepolta nel terreno , completamente inaccessibile tanto agli studiosi quanto al circuito turistico.

La struttura delle terme non è stata completamente messa in luce, nella planimetria di tutta la zona archeologica sono stati messi in evidenza gli ambienti termali situati nella porzione di nord-ovest, identificati con quelli destinati al frigidario, dove è collocato il pavimento a mosaico.

La decorazione che occupa il centro dell’ambiente, è principalmente monocroma,ossia composta da tasselli marmorei bianchi e neri, l’intera opera venne seguita in situ da una squadra di mosaicisti itineranti che applicarono le tessere sul letto di calce fresca mediante tecnica diretta .

Dalla iconografia dalle figure marine, simili al ritrovamento delle terme di Bevagna e dai materiali utilizzati il mosaico può essere datato intorno al III sec o inizi del IV sec. d.C.